Tagliolini al nero di seppia con Salmone e Pistacchi

Oggi avevo voglia di una pasta insolita ed a base di pesce… nel frigo: un trancio di salmone e dei tagliolini al nero di seppia. Cosa abbinarci? ho cercato fra le varie mensole della mia dispensa quando l’occhio mi si ferma sul quel sacchetto: non ne ero convinta (la mia parte razionale non lo riteneva adeguato) ma quei pistacchi m’inspiravano! Il risultato? eccolo qui sotto! A me è piaciuto ed a voi? buon appetito by Virginie.

Ingredienti per 2:

  • 200 gr di tagliolini al nero di seppia freschi;
  • 150 gr di salmone fresco;
  • 30 gr di pistacchi tostati;
  • 1 scalogno;
  • 100 ml di panna da cucina;
  • scorza di limone bio;
  •  3 cucchiai olio extravergine d’oliva “Colle Cavaliere”;
  • sale, pepe qb.

Preparazione a modo mio:

Taglio sottilmente lo scalogno che soffriggo in una padella con un po d’olio, unisco il salmone tagliato a cubetti e lascio insaporire per circa 5 min poi aggiungo la panna e la metà dei pistacchi tostati e pestati quindi regolo di sale e pepe. Lesso i tagliolini e li scolo al dente. Conservo un po di acqua che uso per saltare la pasta con il sughetto. Servo sul piatto, decoro con i rimanenti pistacchi ed un pizzico di buccia di limone.

Seppie col nero

Ingredienti per 4:

  • 1 kg di seppie;

  • 1 cipolla;

  • 1 spicchio di aglio;

  • 1 bicchiere di vino bianco secco;

  • olio extra vergine di oliva;

  • sale, pepe;

  • 1 foglia di alloro.

Preparazione:

Pulite le seppie ed eliminate la pellicina nerastra che le ricopre, quindi, mediante una forbice o un coltellino, incidete il dorso nel senso della lunghezza ed estraete l’osso. Ponete attenzione nelle operazioni onde evitare la rottura del sacchetto dell’inchiostro.

Aiutandovi con un dito, estraete il sacchetto delle viscere e staccate quello dell’inchiostro quindi tenetelo da parte. Separate i tentacoli dalla sacca tagliandoli appena sotto gli occhi,che vanno tolti.

In mezzo ai tentacoli si trova il becco, che deve essere estratto. Sciacquate quindi sotto l’acqua corrente.

Sbucciate e tritate la cipolla e l’aglio, fateli imbiondire nell’olio versato in una casseruola quindi unitevi le seppie tagliate a strisce spesse un centimetro; insaporite con sale e pepe ed aggiungete la foglia di alloro. Mescolate, unite l’inchiostro già diluito nel vino bianco e lasciate cuocere a fuoco moderato. Fate restringere il sughetto e mescolate di tanto in tanto.

Coprite la padella e lasciate sul fuoco per un tempo che, a secondo della consistenza delle seppie, può variare tra i 40 e i 60 minuti. Se i molluschi non risultano sufficientemente morbidi, prolungare la cottura senza patemi d’animo… 😉

Servite in tavola con una polenta morbida ed un vino bianco fresco tipo tocai o pinot grigio.

[ad]