Dolcetto o Amaretto

Mentre preparavo questi tortini mi è venuto in mente, chissà per quale arcaico motivo, ‘ dolcetto o scherzetto ‘ e quando ho preso l’amaretto tra le mani ho pensato: Dolcetto o Amaretto…  A seconda dei gusti questi tortini possono essere serviti con crema pasticcera, crema chantilly o anche insieme ad un buon gelato alla vaniglia. Potete a piacere aggiungere 1 cucchiaio di liquore all’amaretto o di Gran Marnier. Il profumo che uscirà dal forno durante la cottura renderà dolce l’intera cucina

Ingredienti per 6 tortini:

  • 200 gr di farina 0;
  • 100 gr di amaretti;
  • 125 gr di zucchero;
  • 60 gr di burro;
  • 2 uova;
  • 8 gr di lievito per dolci;
  • 1 bustina di vanillina.

Preparazione a modo mio:

Per prima cosa schiaccio grossolanamente gli amaretti mentre a parte, con la frusta elettrica, monto il burro sciolto insieme allo zucchero quindi aggiungendo le uova una ad una e fino ad ottenere una crema liscia ed omogenea. Unisco infine la farina setacciata, gli amaretti appena tritati, il lievito e la vanillina quindi  lavoro l’impasto fino ad amalgamare tutti gli ingredienti. Verso il composto negli stampini precedentemente imburrati ed inforno in forno preriscaldato a 180° per circa 30 minuti o fino a quando i tortini risulteranno belli dorati. Se volete dei tortini più morbidi all’interno potete aumentare la temperatura di cottura e ridurre di conseguenza i tempi.

Pain d’épices

Sabato 21 aprile presso la scuola di cucina Mestoli & Padelle di Micol Pisa si è tenuto uno straordinario incontro in cui erano ospiti Fausto e Fulvio Marino del celebre Mulino Marino di Cossano Belbo. Nel corso della lezione si è parlato delle tante tipologie di farina, tutte coltivate in Italia in agricolture biologiche certificate, dalla farina di enkir al kamut, al farro e tante altre. Uno spazio è stato dedicato alla produzione di alcuni pani tradizionali, con mirate spiegazioni sulle tecniche di  lievitazione.

Devo sinceramente ringraziare Micol per avermi permesso di partecipare a questo incontro: è stato molto difficile per me, non sono abituata a parlare in pubblico e tanto meno a presentare le mie ricette: Micol è stata molto brava a farmi sentire a mio agio e la simpatia di Fausto e Fulvio hanno reso questo mio debutto molto più semplice. Ricordo la mia voce tremolante dovuta all’imbarazzo all’inizio della presentazione della mia ricetta… arrossisco ancora ora! ma poi, piano piano, ecco che con l’aiuto di Micol Fausto e Fulvio sono riuscita a superare il momento e a preparare questa tipica ricetta Francese rivisitata da me e Micol: geniale la sua trovata che l’ha abbinata ad un gorgonzola… Provate e deliziatevi!!!

Ingredienti:

  • 500 gr di farina ( 50% macina e 50% farina 0);
  • 500 gr di miele d’acacia;
  • 210 gr di latte;
  • 11,6 gr di lievito di birra fresco;
  • 8 gr di sale;
  • 1 cucchiaio di cannella;
  • 1 cucchiaio di zenzero;
  • 1 cucchiaio di semi di anice verde;
  • 2 bacche di cardamomo;
  • 1 stella di anice stellato.

Preparazione a modo mio:

Per questa preparazione abbiamo pensato di utilizzare la tecnica poolish: questo sistema si può considerare il migliore per ottenere un prodotto di più lunga conservazione grazie alla maggiore acidità dell’impasto e ci permette di avere un prodotto croccante e fragrante. Per prepararlo ho prelevato le seguenti quantità dagli ingredienti di cui sopra:

  • 160 gr di farina (80 gr macina ed 80 gr di farina 0);
  • 160 gr di latte;
  • 4,8 gr di lievito.

questi ingredienti li ho amalgamati per bene con una frusta e quindi li ho lasciati lievitare per 2 ore. Trascorso questo tempo ho aggiunto al poolish la restante farina, le spezie polverizzate, il lievito, il sale ed il miele scaldato leggermente insieme al latte rimasto ed alla stella di anice. Ho lavorato l’impasto fino ad ottenere una massa omogenea quindi ho lasciato lievitare per 40 minuti in uno stampo da cake imburrato ed infarinato. Ho infornato per circa 5 minuti a 180° quindi ho abbassato a 160° e proseguito la cottura per circa un ora e mezza fino a cottura ultimata. Ho lasciato raffreddare e poi servito… con la gorgonzola è buonissimo!!!

Torta alle Pere

Questa mattina mi sono alzata con voglia di torta… ma non di mele… volevo cambiare!!! allora mi son detta: ‘andiamo dal fruttivendolo e vediamo cos’ha!’ sono rimasta affascinata da alcune enormi per Abate… ‘ecco!’ mi son detta ‘la farò con le pere!!!’ Il risultato mi è piaciuto molto, ma data la durata della torta mi sa che anche gli ospiti hanno apprezzato!

Ingredienti:

  • 4 pere abate;
  • 250 gr di farina;
  • 200 gr di zucchero;
  • 4 uova;
  • 125 gr di burro;
  • 50 ml di latte;
  • 8 gr di lievito per dolci;
  • 1 fialetta per dolci ” aroma di mandorla”;
  • una manciata di granella di mandorle.

Preparazione a modo mio:

Con la frusta monto leggermente le uova con lo zucchero poi aggiungo la farine setacciata con il lievito; quindi amalgamo delicatamente il latte, l’aroma di mandorla il burro fuso e le pere tagliate a pezzetti. Verso il composto in uno stampo imburrato ed infarinato cospargo con della granella di mandorle ed inforno per 30 minuti a 180°.