Ragù di coniglio e zafferano

Eccomi tornata!!!  dopo 2 mesi di assenza dal blog, causa connessione pessima e poco tempo a disposizione (ero in Valsavarenche – AO  a cucinare) oggi ho riaperto la stagione di scrittura delle mie ricette! Avevo un coniglio nel congelatore e una voglia irrefrenabile di pasta fresca … ho fatto due conti, un indagine delle provviste …  ed eccovi la mia nuova ricetta:

Ingredienti per 4 persone:

  • 200 g di polpa di coniglio tagliata a dadini;
  • 90 g di pomodoro fresco privo di buccia e semi e tagliato a dadini;
  • 1 bustina di zafferano;
  • 1 spicchio di aglio;
  • 1 rametto di dragoncello fresco;
  • 1 bicchierino di grappa « Druissi »;
  • 1 mestolo di brodo;
  • 4 cucchiai di olio extravergine di oliva;
  • farina bianca qb;
  • sale e pepe qb.

Preparazione a modo mio:

Per prima cosa disosso il coniglio e taglio la polpa a dadini. Le ossa le uso per il brodo:  che preparo insieme a sedano, carota e cipolla e lo userò per bagnare il ragù. In una casseruola scaldo l’olio e lo spicchio di aglio quindi quando colorito lo elimino. Unisco i dadini di coniglio (precedentemente infarinati) che faccio rosolare a fiamma vivace, sfumo con la grappa e lascio evaporare; insaporisco con il dragoncello sminuzzato e lo zafferano diluito in poco brodo caldo. Regolo di sale e pepe. Unisco i dadini di pomodoro e proseguo la cottura con il brodo. Con questo ragù ho condito dei maltagliati che avevo preparato freschi ma è ottimo con qualsiasi tipo di pasta! ho decorato il piatto con il dragoncello fresco sminuzzato.

Pesto allo yogurt greco e menta

Venerdì 4 maggio nella scuola « Mestoli e Padelle » di Micol Pisa si e tenuto una lezione sulla pasta fresca dove era ospite Francesca D’Orazio. Nel corso della lezione Francesca ci insegna come preparare la pasta fresca « fatta in casa » e come condirla in modo originale. Dai maccheroni alla chitarra alle sagne a pezzi, un tipico formato abruzzese, che ho poi condito con un pesto, da me preparato, a base di yogurt greco, noci e menta carnica. Tutti i partecipanti hanno potuto mettere le mani in pasta ed alla fine della lezione assaggiare tutte queste specialità! Abbiamo passato un magnifico pomeriggio, Francesca, molto brava, è stata paziente nel raccontare la propria cucina e la semplicità dei sui gesti nel trasformare dei semplici ingredienti in deliziosi e profumati piatti mi hanno conquistata. Superlativa anche la padrona di casa, la maestra di cucina Micol Pisa che ha saputo coordinare perfettamente questa magnifica giornata.  Ecco la ricetta del mio pesto:

Ingredienti per 4 persone:

  • 170 gr di yogurt greco;
  • 70 gr di noci tostate;
  • 5 gr di menta carnica fresca;
  • 5 gr di basilico fresco;
  • 4 cucchiai di parmigiano grattugiato;
  • 1 cucchiaio di olio extravergine di oliva;
  • 2 cucchiai di acqua di cottura della pasta;
  • sale, pepe qb.

Preparazione a modo mio:

Mentre cuoce la pasta in abbondante acqua salata, unisco nel mixer le noci precedentemente tostate, l’olio, lo yogurt, il basilico, la menta ed un pizzico di sale e pepe. Prima di scolare la pasta aggiungo al pesto 2 cucchiai di acqua di cottura per ammorbidirlo. Ho condito le sagne ed impiatatto decorando con qualche gheriglio di noce spezzettato e delle scaglie di grana. Il risultato è una pasta fresca da servire calda o fredda.

 

Reginette caserecce al Farro con Asparagi e fonduta di Asiago

Finalmente è arrivata la stagione degli asparagi e non poteva mancare un bel piatto di pasta fatta in casa con questo delizioso ortaggio appartenete alla famiglia della cipolla e dell’aglio!!! Il pranzo della domenica fa subito festa con queste reginette cremose e delicate.


Ingredienti per 2/3 persone:

Per le reginette al farro:

  • 100 gr di farina di farro;
  • 100 gr di farina 00;
  • 2 uova intere.

Per il condimento:

  • 7 asparagi bianchi (200 gr circa);
  • 2 cucchiai di olio extravergine di oliva;
  • 150 ml di panna fresca;
  • 100 gr di asiago;
  • sale, pepe qb.

Preparazione a modo mio:

Reginette: Formo una fontana sulla spianatoia con la farina setacciata. Al centro rompo le uova che strapazzo leggermente con una forchetta, quindi inizio ad incorporare la farina nelle uova , prelevandola dalle pareti della fontana. La pasta inizialmente si presenta granulosa ma unisco bene tutti gli ingredienti e continuo a lavorare l’impasto fino a quando avrà preso consistenza. A questo punto sarà liscio e omogeneo come in foto. Formo quindi un panetto che avvolgo nella pellicola e lo lascio riposare per almeno 30 minuti a temperatura ambiente. Ho infine tirato l’impasto con la nonna papera e ho creato le reginette con l’apposito strumento.


In una padella faccio soffriggere in olio extravergine di oliva gli asparagi pelati e tagliati a rondelle oblique; salo leggermente e proseguo la cottura per circa 10 minuti a fiamma bassa in modo che gli asparagi restino croccanti. Nel frattempo preparo la fonduta sciogliendo l’asiago nella panna fresca quindi frullo il tutto per non avere grumi indesiderati, regolo di sale e abbondante pepe nero. Una volta lessate le mie reginette le faccio saltare per un minuto insieme agli asparagi e quindi unisco la fonduta calda. Servo subito… bon appétit!