Calamarata Estiva

Ecco una versione estiva della calamarata, delicatissima e profumatissima grazie alle erbe fresche che in questo periodo non mancano sul mio terrazzo! Bon appétit Virginie

Ingredienti per 2 persone:

  • 180 gr di pasta tipo calamarata;
  • 1 calamaro di circa 300 gr;
  • 1 zucchina;
  • 10 pomodorini;
  • olio extravergine di oliva qb;
  • 1 bustina di zafferano;
  • erbe fresche tritate a piacere:  prezzemolo, erba cipollina, dragoncello e mezzo spicchio di aglio;
  • 1 spicchio di aglio;
  • sale, pepe.

Preparazione a modo mio:

Per prima cosa pulisco il calamaro che taglio ad anelli. In una padella soffriggo l’aglio in alcune cucchiaiate di olio extravergine di oliva ed unisco gli anelli di calamaro un pizzico di sale e proseguo la cottura  per alcuni minuti a fuoco vivace. Taglio la zucchina a julienne che sbollento per alcuni secondi in acqua bollente. Lesso la calamarata in acqua bollente salata e profumata con una bustina di zafferano. Nel frattempo taglio i pomodorini a metà e trito le mie erbe aromatiche insieme ad un po di aglio fresco. Scolo la calamarata e la raffreddo sotto l’acqua fredda; in una terrina condisco la pasta con gli anelli di calamaro, i pomodorini, la julienne di zucchina, le erbe aromatiche ed infine con olio extravergine di oliva ed una spolverata di pepe nero.

Tartare di Asparagi e Crema di Uova

Asparagi e uova “Mais oui!” Ecco un modo originale di mangiare gli asparagi, la salsa che ho preparato è piaciuta moltissimo ed è anche vegetariana ! Bon appétit

Ingredienti per 4 persone:

  • 1 mazzo di asparagi bianchi cotti ;
  • 3 uova sode;
  • 1 cucchiaio di senape di Dijon;
  • 4 cucchiai di olio extravergine di oliva;
  • 1 cucchiaio di aceto di mele;
  • 1 cucchiaio di capperi tritati;
  • 1 cucchiaio di prezzemolo tritato;
  • 1 cucchiaino di uova di salmone;
  • sale, pepe qb.

Preparazione a modo mio:

Per prima cosa preparo la salsa che accompagnerà la mia tartara di asparagi: sguscio le uova sode separo gli albumi dai tuorli, trito grossolanamente il bianco e riduco in polvere il giallo delle uova passandolo al setaccio che poi metto in una ciotola insieme alla senape. Inizio a montare la salsa con l’aiuto di una frusta e unendo l’olio a filo come per una maionese, unisco quindi l’aceto, il prezzemolo, gli albumi ed i capperi tritati, aggiusto di sale e pepe e ripongo in frigo per circa 30 minuti. Nel frattempo riduco a dadolata gli asparagi e lascio sgocciolare. Posiziono un coppapasta al centro del piatto, lo riempio con la tartare di asparagi comprimendo bene. Decoro la superficie della tartare con la salsa precedentemente preparata alcune punte di asparagi e uova di salmone. Potete anche semplicemente preparare la salsa e servirla con gli asparagi interi.

 

 

 

Tartare di Manzo a modo mio

Eccomi con una ricetta che adoro particolarmente… non sporco ne pentole ne padelle, non consumo gas o corrente e di solito anche poche energie visto che mio marito vuol tagliare la carne! Vi consiglio di servire freddo, il sapore espoloderà in bocca esaltando le caratteristiche di tutti gli ingredienti… magari preparatevi delle fette di pane tostato con del burro magari aromatizzato. Non ci sono limiti alla fantasia. Vi consiglio caldamente di tagliare la carne a coltello: il gusto è veramente diverso!

Ingredienti per 2 persone:

  • 350 gr di carne di manzo;(preferibilmente un taglio magro e tenero andrebbe bene anche il filetto)
  • 2 tuorli;
  • 1 cucchiaio di prezzemolo tritato;
  • 1 cucchiaio di capperi tritati;
  • 1 cucchiaio di scalogno tritato;
  • 2 cucchiai di succo di limone;
  • 2 cucchiai di olio extravergine di oliva “Flaminio d.o.p. Umbria”;
  •  1 cucchiaino di senape di Dijon;
  • 1 cucchiaino di worcestershire sauce;
  • alcune gocce di tabasco;
  • un pizzico di piment d’Espellette;
  • sale, pepe del bengala qb.

Preparazione a modo mio:

Di solito mi faccio consigliare dal macellaio per il pezzo di carne da usare, il filetto è perfetto ma esistono alternative altrettanto valide. Io lo preparo rigorosamente a coltello, potrei far macinare direttamente dal macellaio, ma il gusto non è lo stesso e la carne tende a sfibrarsi molto di piu. Innanzi tutto  pulisco da eventuali membrane bianche e poi prima faccio fette di 2-3 millimetri che poi taglio a striscioline ed infine riduco a cubettini. Fatto questo, in una terrina monto leggermente i tuorli con la frusta ed amalgamo gli ingredienti unendo infine la carne appena tagliata. rimetto il tutto in frigo per un oretta e servo in tavola con alcune gocce di aceto balsamico aromatizzato. Questa volta ho accompagnato la mia tartare con una giardiniera davvero speciale prodotta dal mio amico Andre titolare della “Gastronomia Contini” a Cremona …… Buon appetito!