Reginette caserecce al Farro con Asparagi e fonduta di Asiago

Finalmente è arrivata la stagione degli asparagi e non poteva mancare un bel piatto di pasta fatta in casa con questo delizioso ortaggio appartenete alla famiglia della cipolla e dell’aglio!!! Il pranzo della domenica fa subito festa con queste reginette cremose e delicate.


Ingredienti per 2/3 persone:

Per le reginette al farro:

  • 100 gr di farina di farro;
  • 100 gr di farina 00;
  • 2 uova intere.

Per il condimento:

  • 7 asparagi bianchi (200 gr circa);
  • 2 cucchiai di olio extravergine di oliva;
  • 150 ml di panna fresca;
  • 100 gr di asiago;
  • sale, pepe qb.

Preparazione a modo mio:

Reginette: Formo una fontana sulla spianatoia con la farina setacciata. Al centro rompo le uova che strapazzo leggermente con una forchetta, quindi inizio ad incorporare la farina nelle uova , prelevandola dalle pareti della fontana. La pasta inizialmente si presenta granulosa ma unisco bene tutti gli ingredienti e continuo a lavorare l’impasto fino a quando avrà preso consistenza. A questo punto sarà liscio e omogeneo come in foto. Formo quindi un panetto che avvolgo nella pellicola e lo lascio riposare per almeno 30 minuti a temperatura ambiente. Ho infine tirato l’impasto con la nonna papera e ho creato le reginette con l’apposito strumento.


In una padella faccio soffriggere in olio extravergine di oliva gli asparagi pelati e tagliati a rondelle oblique; salo leggermente e proseguo la cottura per circa 10 minuti a fiamma bassa in modo che gli asparagi restino croccanti. Nel frattempo preparo la fonduta sciogliendo l’asiago nella panna fresca quindi frullo il tutto per non avere grumi indesiderati, regolo di sale e abbondante pepe nero. Una volta lessate le mie reginette le faccio saltare per un minuto insieme agli asparagi e quindi unisco la fonduta calda. Servo subito… bon appétit!

 

Asparagi la cottura perfetta

Ingredienti per 4 persone:

  • 1 kg di asparagi;
  • la pentola apposita per gli asparagi o una abbastanza alta;
  • acqua, sale.

Preparazione a modo mio:

Con l’aiuto di uno pelapatate spelo delicatamente gli asparagi e poi ne taglio la base per portarli tutti alla stessa altezza. Riempio la pentola in modo che l’acqua arrivi circa 2 cm sotto le punte, salo leggermente e porto a bollore. Immergo gli asparagi e lascio cuocere per circa 10/15 min. Con la punta di un coltellino testo la cottura: deve penetrare con facilità quasi senza resistenza. Se cotti li scolo e li raffreddo subito sotto l’acqua corrente. Con la cottura giusta l’asparago sarà consistente e croccante! 


la pentola apposita per la cottura

Torta salata agli Asparagi, Prosciutto cotto e Provola affumicata

Ingredienti:

  • 1 rotolo di pasta sfoglia;
  • 50 gr di provola o scamorza affumicata;
  • 2 fette di prosciutto cotto;
  • 3 uova;
  • 20 cl di panna fresca;
  • 6 punte per la decorazione piu 150 gr di asparagi;
  • sale e pepe qb.

Preparazione a modo mio:

Metto la pasta sfoglia in uno stampo e poi la buccherello con una forchetta per evitare che durante la cottura si gonfi. La metto per circa 15 min a 190° nel forno preriscaldato mentre preparo il ripieno. Taglio a rondelle gli asparagi, li metto a sgocciolare in un colapasta e tengo da parte le 6 punte per la decorazione. Grattugio la provola, e sminuzzo il prosciutto. Tolgo la pasta sfoglia del forno che lascio raffreddare. In un ciotola sbatto le uova con la panna e aggiusto di sale e pepe. Distribuisco quindi sulla sfoglia gli asparagi, il prosciutto, la provola e aggiungo le uova sbattute. Al centro della torta metto le punte di asparagi formando una stella. Inforno il tutto per circa 20 minuti o fino a quando la torta risulterà ben colorata.

Per la decorazione della torta ho usato degli asparagi freschi avanzati della sera prima, per il ripieno invece ho usato una conserva di asparagi pronti a l’uso, devo dire che se l’avessi preparata con solo asparagi freschi sarebbe stata sicuramente più buona. Mi è piaciuta molto ed al gusto è risultata molto delicata. L’ho accompagnata con un insalata fresca e il risultato è stato strabiliante!