Spaghettoni Asparagi pomodorini secchi e colatura di alici

Eccomi tornata dopo un paio di settimane di assenza! Alcuni giorni fa, con un colpo di fortuna, ho vinto una selezione di prodotti Monograno Felicetti, azienda trentina che produce pasta con grani bio. Sono rimasta molto soddisfatta del prodotto e quindi ho deciso di inserirlo anche nella mia ricetta. Oggi a pranzo ho preparato questi ottimi spaghettoni “Monograno Felicetti” con una ricetta al volo … profumata di mare, di campi di primavera e dagli ultimi pomodori della scorsa estate … non so voi ma io l’ho trovata deliziosa!!!

Ingredienti per 2 persone:

  • 160 g di spaghettoni  “Monograno felicetti”;
  • 4 asparagi verdi;
  • 4 pomodorini secchi sott’olio;
  • 1 spicchio di aglio;
  • olio extravergine di oliva qb,
  • 1 cucchiaio di colatura di alici;
  • polvere di capperi qb.

Preparazione a modo mio:

Per prima cosa metto a bollire l’acqua che userò per lessare gli spaghettoni e la salerò leggermente (la colatura di alici è molto salata). Nel frattempo mondo gli asparagi, taglio i gambi a rondelle e le punte a metà. Li faccio quindi rosolare in padella con l’aglio e l’olio extravergine di oliva; aggiungo un mestolo di acqua di cottura della pasta e dopo qualche minuto unisco i pomodorini secchi tagliati. Insaporisco con un pizzico di sale. Scolo gli spaghetti al dente direttamente nella padella con l’intingolo e li faccio saltare bagnandoli con l’acqua di cottura; aggiungo la colatura di alici ed impiatto con una spolverata di polvere di capperi.

Polvere di capperi: Ho pulito accuratamente dal sale 50 gr di capperi, li ho adagiato in una teglia e li ho essiccati nel forno preriscaldato a 100° per un’ora circa. Ho frullato il tutto fino a ottenere una polvere. La conservo in un vasetto e la uso per insaporire i miei piatti.

Gambero rosso: Questo l’ho fatto io!

Come ben sapete è difficile che io scriva qualche cosa di diverso dalle ricette sul mio blog ma questa volta, visto l’evento ho dovuto fare uno strappo alla regola: in questo post non troverete alcuna ricetta ma solo un breve resoconto della mia avventura televisiva ed il riferimento alla ricetta vincente! Di seguito alcune immagini delle riprese appena terminate alla trasmissione del Gambero Rosso e trasmesse in prima visione il 25 gennaio 2013.

Gli eventi: ad ottobre ero risultata vincitrice del concorso Fiorfiore Coop organizzato da coop per promuovere la sua linea alimentare di prodotti di punta. Ricordo che partecipai “tanto per provare”  e vi assicuro che trasalii quando arrivò la chiamata in cui mi annunciarono la mia vittoria… ricordo che rimasi basita … senza parole!!! che emozione … il Gambero Rosso … quale onore – pensai tra me e me – avranno sbagliato sicuramente  – ma non era così!!!

La vittoria prevedeva oltre al cesto omaggio con tutti i prodotti della linea Fiorfiore coop (che ancora aspetto e non posso mostrarvi ma appena lo riceverò vi renderò partecipi)  la possibilità di partecipare alla trasmissione ‘Questo l’ho fatto io’ trasmessa sulla piattaforma Sky nel canale 411 ‘Gambero Rosso’: e li avrei cucinato la mia ricetta!!! Tuttavia ero appena uscita dall’esperienza non molto felice con la 7d di “Cuochi e Fiamme” (nonostante le apparenze televisive per chi ha visto la puntata, sono rimasta molto delusa) e non ero assolutamente convinta di voler partecipare. Devo ringraziare l’insistenza della mia famiglia e dei miei amici se ho accettato questa sfida … e cosa mi sarei persa qualora non lo avessi fatto!!!  Mi sono divertita un mondo: prima ad osservare le registrazioni e poi da protagonista sui fornelli! non vi dico l’imbarazzo iniziale: la paura di sbagliare, l’ansia di dimenticare qualcosa, mettere troppo o troppo poco … poi stop, quando ho preso possesso della cucina ero padrona!  Non ho visto la puntata, ma ricordo perfettamente che a un certo punto Francesca mi fece una domanda del genere se avevo bisogno di aiuto e Max disse ” non vedi? Virginie ha tutto sotto controllo!”

Max Mariola, lo chef, è molto bravo ed anche simpatico e Francesca Barberini – tra le altre la prima persona che ho incontrato quando sono arrivata nello studio del Gambero Rosso – è davvero brava professionale e competente!!! E’ stato tutto bello ho ricevuto anche un diploma con voto 8 … – …  si otto meno !!!  nessuno ha capito come mai Max Mariola abbia messo questo meno … fatto sta che comunque sono felicissima!!! dimenticavo, la ricetta con cui ho vinto è quella degli spaghetti con la colatura di alici.

Spaghetti con Colatura di Alici e Pomodori Secchi

Lo spaghetto che sapeva di mare! Lo ammetto ero scettica… ma sono rimasta veramente sublimata da questo incontro. Mi ero fatta l’idea che la colatura di alici fosse troppo saporita e troppo salata, invece, alla fine, questo spaghettino profumava di mare e di sole! Ho salato leggermente l’acqua di cottura nonostante molti consigliano addirittura di non salarla… ma il mio istinto (per questa volta) ha funzionato ed il risultato mi ha pienamente soddisfatta! Spero che per voi sia la stessa cosa. Bon appétit.

Ingredienti per 2 persone:

  • 160 gr di spaghetti;
  • 3 pomodori secchi sott’olio;
  • 2 filetti di alici di Cetara sott’olio;
  • 1 cucchiaio di capperi;
  • 2 cucchiai di colatura di alici di Cetara;
  • 1 spicchio di aglio;
  • un pizzico di peperoncino;
  • prezzemolo fresco tritato;
  • 4 cucchiai di olio extravergine di oliva;
  • pangrattato tostato.

Preparazione a modo  mio:

Mentre gli spaghetti cuociono in abbondante acqua leggermente salata, in una larga padella faccio rosolare dolcemente lo spicchio di aglio fino a farlo colorare leggermente. Sposto la padella dal fuoco, unisco il peperoncino ed i filetti di alici che faccio sciogliere con l’aiuto di un cucchiaio. Scolo gli spaghetti al dente direttamente nella padella con l’intingolo. Aggiungo i pomodori tagliati, i capperi e faccio saltare la pasta bagnandola con l’acqua di cottura. Infine unisco la colatura di alici, il prezzemolo tritato ed una spolverata di pangrattato. Una leggera mescolata et voilà il pranzo è pronto!